La sera il datore obbliga il lavoratore per il giorno successivo a stare a casa in ferie per un periodo indeterminato.
Il lavoratore immediatamente riesce far sapere che preferisce lavorare e che non accetta per questo nessuna proposta di ferie.
In modo che può anche essere provato nel processo del lavoro(tipo riesce far pervenire una PEC al datore).
Non vi è in corso assolutamente nessuna procedura di cassa integrazione, fallimento o procedure simili.
A che sanzioni va incontro il datore di lavoro in modo sintetico?
Quale è l'articolo di legge che stabilisce tale sanzioni?
Grazie.
Saluti.